Benvenuti al
gal hassin

L'Universo che si manifesta ai tuoi occhi

SALVIAMO IL GAL HASSIN

Leggi l’appello e firma la petizione per salvare il GAL Hassin!

SALVIAMO IL GAL HASSIN

On. SERGIO MATTARELLA
Presidente della Repubblica
Prof. MARIO DRAGHI
Presidente del Consiglio dei Ministri
Dott.ssa MARIA CRISTINA MESSA
Ministra dell’Università e della Ricerca
Dott. PATRIZIO BIANCHI
Ministro dell’Istruzione
On. DARIO FRANCESCHINI
Ministro per i Beni e le Attività Culturali
On. MARIA ROSARIA CARFAGNA
Ministro per il Sud e la Coesione Territoriale
On. NELLO MUSUMECI
Presidente della Regione Siciliana
On. GIANFRANCO MICCICHÈ
Presidente Assemblea Regionale Siciliana

Oggetto: SALVIAMO IL GAL HASSIN

Il GAL Hassin è una Fondazione regolarmente iscritta al Registro Regionale delle Persone Giuridiche, istituito presso la Segreteria Generale della Presidenza della Regione, e ha iniziato a operare nel
settembre 2016. Iscritta all’Anagrafe Nazionale delle Ricerche del MIUR, svolge un’intensa attività didattica e divulgativa rivolta soprattutto alle scuole (più di 50.000 studenti dal 2017 al febbraio 2020, quando si è dovuto interrompere il tutto a causa dell’emergenza sanitaria da Covid-19) e di ricerca in ambito astrofisico.

Partecipa a importanti progetti internazionali e collabora con il Minor Planet Center (Harvard, Massachusetts), con l’International Asteroid Warning Network (Università del Maryland), con l’Observatoire de la Côte d’Azur (Nizza) e con DLR (Deutsches Zentrum für Luft und Raumfahrt) di Berlino nell’ambito della ricerca sui corpi minori del Sistema Solare e Near-Earth Object (NEO, asteroidi potenzialmente pericolosi per la Terra). Nell’ambito della ricerca sui pianeti extrasolari partecipa al progetto ExoClock, preparatorio alla missione spaziale ARIEL (Atmospheric RemoteSensing Infrared Exoplanet Large-survey), dimostrando una notevole capacità di attivare collaborazioni scientifiche di alto livello. I risultati ottenuti in questi settori di ricerca sono già molto lusinghieri.

Ma molto di più e meglio si potrà fare con il Wide-field Mufara Telescope (WMT), un telescopio innovativo e prototipo mondiale, già installato sulla cima di Monte Mufara (Madonie) e in fase di collaudo. L’Agenzia Spaziale Europea (ESA) collocherà a breve, sempre su Monte Mufara, il suo telescopio, uno strumento di nuova concezione e anch’esso un prototipo mondiale, denominato NEOSTEL FLY-EYE.

In questi anni il GAL Hassin ha ricevuto riconoscimenti, manifestazioni di interesse e credenziali di qualità dall’Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF), Agenzia Spaziale Europea (ESA), Agenzia Spaziale Italiana (ASI), Università di Tübingen, NASA, ONU e ha registrato la presenza di personalità scientifiche di grandissimo rilievo (i premi Nobel per la Fisica George F. Smooth e Michel Mayor, l’astronauta Paolo Nespoli e tantissimi altri, qualificatissimi nomi indiscussi per competenza e valore come Giovanni Bignami, Nicolò D’Amico, Margherita Hack, Corrado Lamberti, Marcello Coradini, solo per citarne alcuni).

In epoca moderna gli Osservatori Astronomici vengono costruiti, per minimizzare gli effetti dell’inquinamento luminoso, in località remote, lontane dai centri abitati. Il territorio siciliano delle Madonie grazie alla sua particolare ubicazione e alle straordinarie condizioni di trasparenza del cielo è probabilmente uno dei pochi “siti nazionali” dove ancor oggi sia risultato conveniente aver costruito un Osservatorio Astronomico, attrezzato con una strumentazione scientificamente competitiva a livello internazionale (il Wide-field Mufara Telescope – WMT). L’Osservatorio delle Madonie si appresta quindi a diventare un polo di eccellenza per la ricerca astronomica, un’occasione epocale che la Regione Siciliana non può mancare, visto l’interesse che istituti nazionali ed esteri hanno manifestato nei confronti delle nostre attività.

Grazie ad un cospicuo finanziamento di € 7.500.000,00 ricevuto nel novembre 2009 dal CIPE, per la nascita di un polo culturale attorno al tema dell’astronomia e per la valorizzazione del territorio, il GAL Hassin è stato costruito in tre anni e inaugurato l’11 settembre 2016. L’avvio delle attività è stato sostenuto dal 2015 al 2017 dal MIUR per un totale di € 1.500.000,00 e, negli anni 2018 – 2020, sempre dal MIUR, a seguito di partecipazione a bando triennale, per un totale di circa € 390.000,00. Tali somme devono intendersi come sostegni a carattere straordinario e non a regime e, comunque, insufficienti a garantire la progettualità e la programmazione pluriennale. Gli incassi da attività figurano per circa € 80.000,00/anno ma, negli ultimi due anni le attività si sono interrotte a causa dell’emergenza sanitaria.

Il GAL Hassin è un esempio più che virtuoso di finanziamenti pubblici spesi bene. Oggi, con i residui dei finanziamenti ricevuti, si stima “una aspettativa di vita” di un anno. In assenza di un supporto finanziario di base stabile almeno su medio termine, l’unica alternativa sarà la chiusura, vanificando, oltre tutto, le ingenti risorse finanziarie pubbliche già impegnate. Soprattutto, verrà a mancare, perduta per sempre, una occasione unica e irripetibile per la Regione Siciliana. Dietro la realtà del GAL Hassin vi è una storia di grandi passioni, di sofferenze e di difficoltà inimmaginabili, di impegni resi in maniera gratuita e senza tener conto di appartenenze “politiche”, di relazioni nazionali e internazionali costruite. E non sarà per niente facile riprendere questo ragionamento. Si chiede pertanto con forza, agli organi in indirizzo, di intervenire, ciascuno per le proprie competenze, per evitare che un Centro di eccellenza che promuove la Cultura e la Ricerca Scientifica sia costretto a chiudere.

Il Presidente della Fondazione GAL Hassin

Dott. Giuseppe Mogavero
Primo firmatario del presente Appello

I primi 100 firmatari

MARIO DI MARTINO

Astrofisico dell’INAF – Osservatorio Astrofisico di Torino

GIUSEPPINA MICELA

Astrofisica e già Direttore dell’INAF-Osservatorio Astronomico di Palermo

ANDREA SANTANGELO

Institut für Astronomie und Astrophysik Eberhard Karls Universitât Tübingen, Germania

ALESSANDRO ROSSI

Astrofisico dell’Istituto di Fisica applicata “Nello Carrara” IFAC-CNR – Firenze.

FRANCO FORESTA MARTIN

Geologo, giornalista scientifico-già redattore scientifico e ambientale del Corriere della Sera

GIOVANNI VALSECCHI

Astrofisico dell’Istituto di Astrofisica e Planetologia Spaziali (IAPS – INAF) – Roma

ISABELLA PAGANO

Astrofisica e Direttrice dell’INAF – Osservatorio Astrofisico di Catania. Presidente del Comitato scientifico del GAL Hassin

GINEVRA TRINCHIERI

Astrofisica dell’INAF – Osservatorio Astronomico di Brera – Milano

ROMANO SERRA

Astrofisico – Università di Bologna – Museo del Cielo e della Terra di San Giovanni in Persiceto (Bologna)

EMILIO MOLINARI

Astrofisico e Direttore dell’INAF-Osservatorio Astronomico di Cagliari e del Sardinia Radio Telescope e R.E.M.

GIANPIETRO MARCHIORI

President and Ceo European Industrial Engineering (EIE) – Space Technologies

ANTONIO PRESTI

Mecenate – Presidente Fondazione Fiumara d’arte – Tusa

ROBERTO BATTISTON

Professore di Fisica sperimentale Università di Trento, già Presidente dell’Agenzia Spaziale Italiana

STEFANO MOTTOLA

DLR – German Aerospace Center – Institute of Planetary Research

MARCO MORELLI

Geologo – Fondazione Parsec – Museo di Scienze Planetarie, Prato

STEFANO SANDRELLI

INAF-Osservatorio Astronomico di Brera e Direttore Centro Italiano dell’Office of Astronomy for Education, International Astronomical Union

CATERINA BOCCATO

Responsabile del settore Didattica e Divulgazione per la Struttura di Presidenza per la Comunicazione INAF-Istituto Nazionale di Astrofisica

SILVIA CASU

Ricercatrice INAF, Responsabile Divulgazione e Didattica Osservatorio Astronomico di Cagliari e Sardinia Radio Telescope

GIUSEPPE CUTISPOTO

INAF-Osservatorio Astrofisico di Catania, Responsabile della D&D Catania e Coordinatore del Comitato Organizzatore delle Olimpiadi Italiane di Astronomia

GIANNI SINNI

Fondatore e Creative Director dello studio di design e comunicazione Visiva LCD di Firenze. Docente Istituto Universitario di Architettura (IUAV) di Venezia

FABRIZIO BOCCHINO

Astrofisico e Direttore dell’INAF-Osservatorio Astronomico di Palermo

ANTONIO SOTTILE

Titolare di pianoforte principale al Conservatorio di Musica A. Scarlatti di Palermo

ROBERTO RAGAZZONI

Astrofisico e Direttore dell’INAF – Osservatorio Astronomico di Padova

PIERO BIANUCCI

Scrittore, giornalista scientifico (editorialista a ‘La Stampa’)

WALTER FERRERI

Astronomo, Osservatorio astrofisico di Torino

LELLO ANALFINO

Musicista (Tinturia)

GIUSEPPE MILICI

Artista Musicale (Armonica)

PIETRO ADRAGNA

Fisarmonicista

FRANCESCO BUZZURRO

Artista Musicale (Chitarra)

NICOLA GIAMMARINARO

Clarinettista Jazz

FRANCESCO GIUNTA

Cantautore

SANTINA PIRAINO

Institut für Astronomie und Astrophysik Kepler Center for Astro and Particle Physics Eberhard Karls Universitaet Tuebingen

ALFREDO LO FARO

Produzioni musicali

SALVATORE AMATO

Presidente Ordine dei Medici della Provincia di Palermo

VALERIO PIRRONELLO

Professore ordinario di Astrofisica, Dipartimento di Fisica e Astronomia ‘Ettore Majorana’, Università di Catania

FABRIZIO CAPACCIONI

Direttore INAF-Istituto di Astrofisica e Planetologia Spaziali

MARCELLO CORADINI

Chairman, International Space Advisory Board of CSEO and CEO Space Systems Solutions

SILVIA ROSA BRUSIN

Giornalista scientifica RAI

GIOVANNI PRATESI

Professore associato di Mineralogia, Dipartimento di Scienze della Terra dell’Università di Firenze

GIOVANNI PARESCHI

Dirigente di ricerca, INAF-Osservatorio Astronomico di Brera. Responsabile del progetto ASTRI Mini-Array

MASSIMO DELLA VALLE

Dirigente di ricerca, INAF-Osservatorio Astronomico di Capodimonte (Napoli)

DANIELE GARDIOL

Primo ricercatore, INAF-Osservatorio Astrofisico di Torino. Responsabile progetto PRISMA

MICHELE MAORET

Presidente della Scuola di Formazione Scientifica Luigi Lagrange, Torino

SPERELLO DI SEREGO ALIGHIERI

Astrofisico e discendente di Dante

PAOLO TANGA

Astronomo, Observatoire de la Côte d’Azur, Nizza

MARCO DELBÒ

Astronomo, Direttore di Ricerca del CNRS, Observatoire de la Côte d’Azur, Nizza

ANDREA BOATTINI

Astrofisico, Osservatorio astronomico di Montelupo Fiorentino (FI)

RICARDO GARCIA

Scrittore di libri di fantascienza, Texas (USA)

MAURA TOMBELLI

Ha ideato e dirige l’Osservatorio Astronomico Beppe Forti a Montelupo Fiorentino (Firenze)

MARCO CASTELLANI

Ricercatore astronomo, INAF-Osservatorio Astronomico di Roma

MARIA MESSINEO

Astronomer, University of Science and Technology of China (Hefei)

MARIANO BIZZARRI

ORGANISMS – Editor in Chief. Università La Sapienza, Roma. Dept. of Experimental Medicine, Systems Biology Group, University La Sapienza, Roma

RAPHAEL FIAMMINGO

in arte Fiami, autore di fumetti e programmi sulla storia delle scienze, Ginevra, Svizzera

MARCO PEDANI

Telescopio Nazionale Galileo (TNG) – Fundación Galileo Galilei – INAF, Isole Canarie

FRANCO ARMINIO

Paesologo

FABRIZIO TAMBURINI

Ph. D, Zentrum Fur Kunst Und Medien Karlsruhe (Germania)

MICHEL MAYOR

Premio Nobel per la Fisica 2019 – Professore Emerito Università di Ginevra

GIORGIO PICCIRILLO

Generale, ex Capo di Stato Maggiore dell’Arma dei Carabinieri

SALVATORE SCIORTINO

Astronomo Ordinario e già Direttore dell’INAF-Osservatorio Astronomico di Palermo

IGNAZIO LICATA

ISEM, Institute for Scientific Methodology, Palermo

GIOVANNI PERES

Professore Ordinario di Astronomia presso l’Università di Palermo

VALERIA MANGANO

Ricercatrice INAF-IAPS di Roma

LUCA VALENZIANO

Responsabile ufficio di Presidenza INAF per le collaborazioni multilaterali e internazionali

FABRIZIO BERNARDI

Astronomo SpaceDyS, Pisa

ANDREA MELIS

Ricercatore INAF – Osservatorio di Cagliari e responsabile del progetto SETI presso il Sardinia Radio Telescope

ENRICO FLAMINI

Presidente International Research School of Planetary Sciences- IRSPS – Università Gabriele D’Annunzio, Chieti

ALBINO CARBOGNANI

Ricercatore INAF – Osservatorio di Astrofisica e Scienza dello Spazio (OAS) di Bologna

STEFANA MILIOTO

Professore Ordinario di Chimica e Direttrice del Dipartimento di Fisica e Chimica Emilio Segré dell’Università di Palermo

LUCA VALENZIANO

Responsabile ufficio di Presidenza INAF per le collaborazioni multilaterali e internazionali

PAOLO SPANÒ

Astrofisico, Optical Designer and Engineer, R&D system engineer

MARILENA ANELLO

Dirigente Scolastico, Liceo Scientifico Statale Nicolò Palmeri, Termini Imerese (PA) PAPS24000G

DOMENICO GULLO

Medico specialista in Ginecologia. Esperto in Medicina della riproduzione. Palermo

ROSARIO SCHICCHI

Ordinario di Botanica – Università di Palermo. Presidente Museo Naturalistico F. Minà Palumbo, Castelbuono

MASSIMO PETRONIO

Ginecologo, già Primario ospedaliero e Direttore Dipartimento materno infantile ASP 6 Palermo

RENATO VENEZIA

Professore associato Università di Palermo. Direttore Unità operativa complessa di Ostetricia e Ginecologia Policlinico di Palermo

FRANCESCO FORGIONE

Sindaco di Favignana, già parlamentare e Presidente della Commissione Nazionale Antimafia e componente del Consiglio di Amministrazione del GAL Hassin

CARMELO CORRADO CARUSO

Musicista e cantante lirico

JEAN MARC CHRISTILLE

Astrophysicist, Director of Fondazione Clément Fillietroz – Onlus – Astronomical Observatory of the Autonomous Region of the Aosta Valley (OAVdA) e ITM PI – Principal Investigator.

MARIA GABRIELLA CIAFFARINI

Docente di filosofia, operatrice culturale e organizzatrice del PiGreco Day, Pescara

SANDRO BARDELLI

Ricercatore INAF – Osservatorio di Astrofisica e Scienza dello Spazio (OAS) di Bologna e Responsabile D&D

ROBERTO VANZETTO

Dottore di ricerca in scienze e tecnologie spaziali, responsabile editoriale di scolastica in ambito scientifico e coautore di testi scolastici, Milano

LAURA DARICELLO

Responsabile Servizio Comunicazione ed eventi per il Pubblico INAF Osservatorio Astronomico di Palermo

MARINELLA LA ROSA

Dirigente Scolastico, Istituto comprensivo G. Reina, Chiusa Sclafani (PA), PAIC 82300e

FILIPPO BONAVENTURA

Astrofisico, comunicatore scientifico, gestore del progetto di divulgazione scientifica ‘Chi ha paura del buio?’

MATTEO MILUZIO

Ricercatore astronomo (Missione spaziale Euclid, ESA, Madrid), comunicatore scientifico e gestore del progetto di divulgazione scientifica ‘Chi ha paura del buio?’

FRANCESCA M. CUSIMANO

Dirigente Scolastico, Istituto comprensivo “S. Bivona” Menfi (AG), agic83600

LUCIO LAMBERTI

Professore Ordinario – Dipartimento di Ingegneria Gestionale, Politecnico di Milano

ANTONELLA GASPERINI

Responsabile del Servizio Biblioteche e Archivi dell’INAF-Istituto Nazionale di Astrofisica, Arcetri (Firenze)

GIANLUCA MASI

Astrofisico, Fondatore e Responsabile Scientifico del Virtual Telescope Project

AGATINO RIFATTO

Astronomo ricercatore – Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF), Osservatorio Astronomico di Capodimonte (NA)

ANASTASIA KOKORI

Coordinatrice della rete di osservatori da terra e delle attività di divulgazione progetto ARIEL-ExoClock, University College London (UCL)

ANGELOS TSIARAS

Coordinatore del gruppo di lavoro, responsabile del database progetto ARIEL-ExoClock, University College London (UCL)

MARIA TERESA FULCO

INAF-Osservatorio Astronomico di Capodimonte (NA)

MONICA LAZZARIN

Professore associato di Astronomia Università di Padova

EMANUELE PACE

Docente di tecnologie spaziali e Laboratorio di Astrofisica all’Università di Firenze. Program Manager del Contributo Italiano alla missione ESA Ariel

MARIA CONCETTA CATALANO

Docente di Scienze e coordinatrice partenariati Erasmus – IPSSAR Paolo Borsellino – Palermo

SILVANO MASSAGLIA

Department of Physics, University of Turin. Former Head of the Department of Physics. Former academic senator and chairman of the Research Committee. Chairman of the Consorzio Interuniversitario per la Fisica Spaziale

MASSIMO TURATTO

Dirigente di Ricerca dell’INAF – Osservatorio Astronomico di Padova

AMEDEO ROGATO

Medico. Chirurgia generale, Palermo

FILIPPO FRONTERA

Eminente Studioso dell’Università degli Studi di Ferrara e Associato INAF presso l’Osservatorio di Astrofisica e Scienza dello Spazio (OAS) di Bologna

Didattica e Divulgazione

Le vie che conducono l’uomo alla conoscenza sono meravigliose quanto la conoscenza stessa.

Johannes Kepler
Scopri

Ricerca

Equipaggiato con i suoi cinque sensi, l’uomo esplora l’Universo che lo circonda e chiama Scienza questa avventura.


Edwin Hubble
Scopri

L’evento Galhassin

Esplora la storia

20

23

22

21

20

19