Archivio post

M’illumino di Luna

16 e 17 febbraio 2024 il GAL Hassin si illumina di meno per accendere la Luna assieme a Caterpillar - Rai Radio 2

Venerdì 16 febbraio 2024 – M’illumino di Meno. No Borders. Giornata Nazionale del Risparmio Energetico e degli Stili di Vita Sostenibili. Una campagna di Rai Radio2 con Caterpillar.

Anche la Fondazione GAL Hassin sostiene con forza la diffusione della cultura della sostenibilità ambientale e del risparmio delle risorse. Aderire a questa iniziativa è importante, un impegno che non si limita a una sola giornata all’anno ma che portiamo avanti ogni giorno.

Nell’ottobre 2021 il GAL Hassin ha ricevuto il Certificato di Starlight Stellar Park assegnato dalla Fundación Starlight dell’Istituto de Astrofísica de Canarias. Starlight Stellar Park è riconosciuto dall’International Astronomical Union (IAU), dall’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Educazione, la Scienza e la Cultura (UNESCO) e dall’Organizzazione Mondiale del Turismo (UNWTO) e certifica la qualità eccellente di un sito in termini di basso inquinamento luminoso, di ricchezza naturalistica e presenza di risorse e infrastrutture per il turismo, la divulgazione scientifica e l’osservazione del cielo notturno.

Spesso ci dimentichiamo del cielo stellato che rappresenta una parte della natura che ci circonda e che sta sopra di noi. Anche il cielo è parte della natura. Così, il cielo delle Madonie è un elemento del patrimonio naturale, paesaggistico, culturale e scientifico.
Inoltre, l’osservazione del cielo incoraggia lo star tourism o astroturismo, una forma di turismo sostenibile e responsabile che combina l’osservazione del cielo notturno, la divulgazione e le attività di svago legate all’astronomia.

Partecipa anche tu all’evento nazionale M’Illumino di Meno – No Borders, per compiere un gesto di risparmio o di efficienza energetica. Spegni le luci. Illumina il tuo cielo.

Grafica: Fondazione GAL Hassin/Sabrina Masiero – #Milluminodimeno #Caterpillar #RadioRadio2

Campagna M’illumino di Meno

In 20 anni, da quel 16 febbraio 2005, giorno dell’entrata in vigore del Protocollo di Kyoto, molto è cambiato. L’umanità allora si interrogò sul proprio futuro come specie e anche ora si continua a farlo: la difesa dell’ambiente è entrata nella Costituzione della Repubblica, l’Unione Europea si è data precisi obiettivi di riconversione energetica, gli scienziati dell’IPCC hanno vinto il Nobel per la Pace per la loro azione di ricerca e comunicazione sullo stato del pianeta, centinaia di migliaia di cittadini italiani hanno installato un pannello fotovoltaico sul tetto di casa e tantissimi aspettano di poter costituire una Comunità Energetica Rinnovabile.

Ma la crisi accelera più velocemente della consapevolezza ambientale. Ne vediamo gli effetti: le piogge tropicali, che il territorio non può assorbire, una siccità mai conosciuta, i mesi più caldi di sempre. E l’aria della Pianura Padana la più inquinata d’Europa.

Eppure ci sono le tecnologie, gli obiettivi, le strategie per invertire la rotta nell’uso dei combustibili climalteranti. Quindi la società civile deve chiedere ai decisori di avere più coraggio, di gestire il cambiamento, di fare velocemente.

M’illumino di Meno invita tutti noi a invertire la rotta iniziando nel proprio quotidiano, innovando, coinvolgendo, inventando con creatività e ottimismo. Perché la transizione ecologica ci salverà come specie e avrà, lo sta già avendo, un impatto positivo nel quotidiano di tutti. Potrebbe addirittura migliorare la qualità dell’aria in Pianura Padana.

La transizione energetica va intrapresa collettivamente. Perché aria, oceani, montagne, foreste non hanno confini e vanno difesi con un cambiamento che deve essere globale. M’illumino di Meno edizione 2024 guarda lontano e spegne i confini.

Le nostre iniziative per il 16 e il 17 febbraio

Venerdì 16 febbraio 2024: spegnimento delle luci del GAL Hassin. Invitiamo tutti a spegnere le luci non necessarie.

Sabato 17 febbraio 2024: evento M’illumino di Luna (su prenotazione online obbligatoria)

Per l’edizione 2024 di M’illumino di Meno il GAL Hassin propone M’illumino di Luna, un pomeriggio dedicato alla riduzione dell’inquinamento luminoso e alle problematiche dell’inquinamento non solo nella vita quotidiana ma anche nella ricerca astrofisica, del miglioramento della qualità di osservazione del nostro cielo, con un approfondimento sul nostro satellite, la Luna, oltre che sulle modalità di osservazione del cielo con i telescopi della Terrazza Osservativa e con il telescopio a grande campo, il Galhassin Robotic Telescope (GRT).

Grafica: Fondazione GAL Hassin / Sabrina Masiero. #Milluminodimeno #Caterpillar #RadioRadio2

PROGRAMMA PER SABATO 17 FEBBRAIO 2024 – M’ILLUMINO DI LUNA

Ore 15.30 – Introduzione all’evento M’Illumino di Meno – No Borders 2024
Inquinamento luminoso e le sue problematiche.
Sotto un cielo pieno di stelle artificiali? Le nuove costellazioni di satelliti.

Ore 16.20 – Planetario: Un viaggio nella nostra Galassia.
Proiezione in anteprima del video documentario CAPCOM GO, dedicato all’esplorazione della Luna con la missione Apollo 11.

Ore 17.30 – Come osservare il cielo con la strumentazione telescopica. La Luna, la protagonista del nostro cielo. Osservazione della Luna con i telescopi della Terrazza Osservativa.

COSTI:
Ingresso con biglietto Standard:
Adulti: €15,00
Bambini (5-10 anni): €5,00
Ragazzi (11-14 anni): €10,00

Ingresso a partire dalle ore 15.00 dal cancello pedonale. Durata dell’attività due ore e mezza. In condizioni meteo sfavorevoli, l’osservazione non sarà possibile, ma l’evento verrà comunque sviluppato fino alle ore 18.00, con un programma leggermente differente.

PRENOTA LA TUA VISITA QUI – BIGLIETTO STANDARD

#Milluminodimeno #Caterpillar #RadioRadio2

ALLEGATI

Download
Download

M’illumino di Meno 2024 – No Borders Una campagna di Rai Radio2 con Caterpillar Un programma di Rai Radio2 chiede agli ascoltatori di spegnere simbolicamente, per un po’, le luci non indispensabili, di compiere un gesto di risparmio o di efficienza energetica – soprattutto cambiando le lampadine a incandescenza con quelle a basso consumo – e di riflettere sull’uso dell’energia. Meglio se collettivamente.

Leggi

Download
Più spegniamo le luci artificiali, più accendiamo le stelle, i pianeti, il nostro cielo.