Archivio post

Il Natale del Telescopio WMT

Archivio post

di Paolo Spanò, Officina Stellare

Il 2017 sta per chiudersi in bellezza per il progetto del Wide-field Mufara Telescope (WMT), su Monte Mufara a 1865 m. Infatti pochi giorni fa è stata completata la lucidatura dello specchio primario del telescopio, dopo circa 10 mesi di lavorazione.

La foto mostra lo specchio prima dell’alluminatura finale, durante il test interferometrico. Il risultato dei test è estremamente promettente, dato che la superficie ottica ha uno scostamento di soli 13 nm (deviazione standard) e 84 nm (picco-valle) rispetto alla sua forma nominale. Scusate il dettaglio tecnico, ma almeno in questo caso i numeri contano! Il colore dello specchio è dovuto al materiale termicamente super stabile, il Sitall, prodotto in Russia.

Delle altre componenti ottiche, già 4 delle 5 lenti sono state completate, inclusa la più tosta: una lente di 22 cm di diametro in vetro ED (Extra-low Dispersion), un materiale a bassissima dispersione che garantirà una correzione cromatica eccezionale su un ampio spettro, dal visibile al vicino infrarosso (400-900 nm).

A piccoli passi, dunque, ci avviciniamo alla consegna di questo nuovo telescopio, prevista per la prossima estate.